Categorie

Archivi

Download

 

ottobre 2018
L M M G V S D
« dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
  • 12apr

    La prima delle procedure delocalizzate di cui tratterò è quella di formazione del personale.

    Credo che in assoluto sia la più difficile da implementare e portare a regime, nonchè la più complessa da mantenere efficace.

    Questo perchè ogni procedura del manuale viene applicata dal proprio personale ed accertarsi che lo faccia sempre nella maniera corretta è in assoluto la cosa più difficile del lavoro di un responsabile di autocontrollo o qualità che sia.

    Senza considerare che tutto il tempo speso a formare con riunioni e lezioni è, per la quasi totalità dei titolari di un’azienda, “buttato via”. Soprattutto se deve pure pagare gli straordinari.

    Un responsabile, nel pianificare il programma di formazione, deve quindi considerare di non fare troppi interventi per non stufare gli operatori (e che cavolo! Se avessi voluto studiare avrei fatto l’Università!) e il titolare (Dottore  quanto mi fa spendere per cose inutili…), ma neanche troppo pochi per mantenere sempre viva l’attenzione dei dipendenti sui temi di qualità e sicurezza alimentare.

    In generale che cosa è importante trattare?

    Io sono convinto che lezioni preconfezionate in cui girano salmonelle e listerie con dotte disquisizioni allegate non servano a nulla. Ritengo, invece, che sia necessario preparare una lezione calata nella realtà dell’Azienda in cui si va a parlare con casi pratici e soprattutto molti esempi con riferimenti alla vita di tutti i giorni.

    Può essere utilissimo fare un tour fotografico preventivo delle cose che non vanno per discuterle poi tutti assieme dando collettivamente una gravità ad ogni problema evidenziato nelle foto.

    Non dimentichiamoci, dopo le lezioni, che è anche necessario un sistema per valutare l’efficacia della formazione. Oggi vanno molto di moda i quiz al termine delle singole lezioni. Inutile dire che io a questi quiz non credo molto anche se sono comodi e danno sicuramente un risultato definito.

    Molto più calzante sarebbe un sistema di valutazione oggettivo dell’operato quotidiano dei dipendenti anche se è veramente difficile da instaurare e mantenere.

    Infine due parole sulle nuove tendenze formative americane. Troverete nella sezione download un  file exe proveniente dal sito Food Safety music.

    http://foodsafe.ucdavis.edu/

    Sembra che stia avendo un buon successo fare lezioni igienico sanitarie durante le quali si cantano tutti assieme queste canzoni rimaneggiate (almeno così mi dicono, ma io non ho mai approfondito il discorso in tal senso, se qualcuno ne sa di più è invitato a postare un commento).

    La prima cosa che mi è venuto in mente vedendo il video è che fosse destinato a dei bambini nelle scuole, ma sembra che non sia così…

    Il video in flash (We are the microbs) è nella sezione download e ne potete vedere altri sul sito originale raggiungibile da un link nell’articolo.

    Potrebbe funzionare da noi? E che livello si potrebbe proporre?

    C’è qualche direttore di qualità illuminato e coraggioso che vorrebbe progettare con me una lezione sperimentale di questo tipo nella sua azienda?

    O, meno coraggiosamente, qualche Preside per la sua scuola?

    I miei contatti li avete, di nuovo Buona Pasqua.

    Posted by Mauro @ 10:36

    Tags: , , ,

Lascia un commento

Nota: I commenti sono moderati e devono essere approvati prima della pubblicazione. Se non lo vedi subito online non inviarne un altro. Sarà pubblicato quanto prima.